I SERVIZI
L’attività di branding è l’essenza di ogni progetto.
Il nostro approccio inizia con l’analisi del settore e dei competitor di riferimento. Procede con uno screening dei metodi di comunicazione dell’immagine aziendale e della percezione nel mercato da parte del target. Infine, studiamo una strategia che evochi un insieme di valori predefiniti e che favorisca un posizionamento rilevante nel mercato.
L’attività di branding ha come obbiettivo, inoltre, lo studio di un’immagine coordinata in cui si sviluppano: logo aziendale, sito web, catalogo prodotti/servizi, brochure informative ed eventuale packaging.

AREE DI INTERVENTO
Brand Strategy: tutto inizia dal branding aziendale.
Pianificare il branding di un’azienda significa studiare le migliori 

strategie per potare una crescita nel business, un aumento dei clienti, 

un miglioramento della percezione nel mercato.
Le strategie, infatti, puntano a catturare l’attenzione delle persone, 

aumentare di credibilità, promuovendo un’alternativa autentica, 

unica e rilevante rispetto all’offerta dei competitor.

LA CONSULENZA
La definizione di una brand strategy implica una serie di azioni che giocheranno un ruolo fondamentale per il successo del business di un’azienda. Alla base vi è un’attività volta a identificare, veicolare e accrescere le dimensioni immateriali ed evocative di un brand. In questo modo è più semplice ed efficace trasmetterne i valori, promuovendo il riconoscimento attraverso una precisa promessa al cliente.
La nostra brand agency è specializzata in branding/rebranding e riposizionamento nel mercato.

Sviluppo immagine coordinata
Perché è importante avere una brand strategy?
In qualità di brand agency conosciamo bene l’importanza di una brand strategy efficace e sappiamo che questa influenzerà 

ogni altro strumento di comunicazione.
Ad esempio, il logo, il sito web, il catalogo, la brochure, il packaging, lo stand espositivo di una fiera, e tutta l’immagine coordinata aziendale.

PROJECT MANAGEMENT:

SUPERVISIONE & REVISIONE PROGETTI

Affianchiamo e consigliamo gli Stakeholder (parti interessate) coinvolti nel progetto, sono individui, organizzazioni o gruppi che possono condizionare una decisione (un’attività o il risultato di un progetto), esserne influenzati o percepire di esserne influenzati. In altre parole: le parti interessate sono quelle che hanno un interesse per il risultato del tuo progetto.
Monitoriamo le Risorse: sono necessarie per svolgere i compiti del progetto. Possono essere immateriali (persone e tempo) o tangibili (attrezzature, materiali e finanze). Le risorse sono spesso definite durante la fase di pianificazione del progetto.
Rileviamo i Risultati (deliverable): sono beni o servizi materiali o immateriali prodotti a seguito di un progetto. La definizione, il monitoraggio e la gestione dei risultati del progetto sono fondamentali per il successo del progetto stesso.
Seguiamo le Dipendenze: le dipendenze sono le interrelazioni tra attività, che determinano l’ordine in cui devono essere eseguite. Ci sono quattro tipi di dipendenze dei compiti: Fine-Inizio, Inizio-Inizio, Fine-Fine e Inizio-Fine.
Teniamo d’occhio la Timesheet: i tracciamento del tempo sono un metodo efficace per registrare e tracciare il tempo trascorso su un compito specifico o un’attività all’interno del progetto. I timesheet possono quindi essere utilizzati per il calcolo delle retribuzioni, per la fatturazione o l’ottimizzazione.
Ci occupiamo del Triangolo di ferro (o “Triplice Vincolo”): il Triangolo di ferro della gestione di un progetto è la combinazione dei tre vincoli più rilevanti rispetto ai progetti: ambito, tempi e costi. Tutti e tre sono interdipendenti: nessuno può essere modificato senza condizionare uno degli altri (o entrambi).